Libera l'acqua L’acqua. Accompagna la vita domestica, il lavoro, lo svago…essenziale allo sviluppo, la sua importanza passa ormai inosservata a quasi tutti noi, almeno fino a quando non ne sperimentiamo la mancanza. Come cambierebbero le nostre abitudini se modificassimo davvero -a lungo- il rapporto con questa risorsa…se scarseggiasse o non fosse piú cosí accessibile, divenuta prerogativa di alcuni, oligarchi dell`acqua? Ecco una proiezione, toni da apocalisse, presupposti attuali. Quanto altro percepiamo come diritto acquisito senza sentircene responsabili?
Scarica il pezzo
 

 
dove sono, che ore sono
cosa deve fare un uomo?
lavorare, farsi male,
stare a casa, tanto é uguale
dov’é scritto, chi l’ha detto,
che il futuro é un imperfetto
che fatica a stare in piedi
e alla fine cosa chiedi?

acqua
mi manca l’acqua
ridammi l’acqua
libera l’acqua

e allora sudi, bestemmi, t’incazzi e t’ammali,
incontri gente, fai cose noiose e banali
ti godi questo che credi sia un mondo perfetto
e non ti accorgi che qualcuno ha chiuso il rubinetto

acqua
mi manca l’acqua
ridammi l’acqua
libera l’acqua

e non tirarmi ancora addosso la libertá
non regalare la risposta a chi non ce l’ha
e non mi dire che non basta quello che c’é
qui siamo solo io e te

acqua
mi manca l’acqua
ridammi l’acqua
libera l’acqua
libera l’acqua
libera l’acqua
libera l’acqua